colazione tomarchio

4 errori che tutti commettiamo a colazione

L’estate è la prima nemica della colazione. I motivi sono due: il caldo, che tiene a bada l’appetito, e la voglia di essere sempre in super forma per la spiaggia (e così la colazione diventa il pasto “rinunciabile”). In realtà, a prescindere dal calendario, fare una buona colazione resta una regola inviolabile. E non bisogna eliminare i dolci come tanti pensano, anzi.

Ecco alcuni errori che tanti commettono in buona fede…

  • Togliere i dolci dalla colazione
    Lo fa il 56% degli italiani credendo di dimagrire. Ma in realtà lo zucchero è fondamentale a inizio giornata. Serve a dare energia, a farti partire con la giusta carica e ad aumentare la serotonina. Chiaramente nelle adeguate quantità.
  • Bere solo un caffè e non mangiare nulla
    Lo fa quasi un italiano su tre. Ed è un errore grave perché si rischia di arrivare a pranzo super scarichi e affamati. Dopo circa 10 ore di digiuno (se consideriamo il tempo che passa dalla fine dell’ultimo pasto, ovvero la cena del giorno precedente), non possiamo offrire allo stomaco solo un caffè. Oltre a rischiare bruciori addominali non forniremo al nostro organismo le adeguate energie per affrontare la giornata.

  • Mangiare solo frutta
    La frutta è una componente importante della colazione ma non può essere l’unica. Gli zuccheri semplici vengono elaborati molto velocemente e la fame ritorna in un attimo. Meglio associare anche una fonte di carboidrati complessi come alimenti integrali.
  • Non fare un pasto bilanciato
    Si tende a pensare che una dieta unicamente proteica faccia dimagrire, ma la colazione deve contenere quanti più nutrienti possibili. Se iniziate la giornata solo con bacon e uova rischiate di sovraccaricare l’organismo di grassi saturi.

biscotti tomarchio

5 trucchetti dei nostri pasticceri per biscotti perfetti

C’è chi ama tuffarli nel latte fino quasi a farli sciogliere, chi li inzuppa solo mezzo secondo per preservarne la croccantezza, chi li mangia con la marmellata e chi potrebbe finirne un pacco intero davanti una serie tv. I biscotti sono una costante della vita di tutti noi (o quasi). Ognuno ha i suoi preferiti: si spazia tra varianti,  ripieni e forme a patto che venga rispettata una costante: la bontà.

Noi di Tomarchio pensiamo che un buon biscotto non debba essere solo “buono” al palato. Per questo i nostri frollini sono preparati con pochissimi ingredienti, come una volta, senza conservanti, OGM e coloranti e, in moltissime linee, anche senza lattosio e derivati del latte. Li prepariamo come li faresti tu in casa. E a proposito, tu come li fai?

In attesa di conoscere le tue ricette ti forniamo noi alcuni piccoli grandi consigli “rubati” direttamente dalle ricette dei nostri mastri pasticceri (mi raccomando, non dirglielo!)

Per biscotti friabili che si sciolgono in bocca: utilizzare zucchero a velo al posto di quello semolato e prima di aggiungere qualsiasi ingrediente, montare il burro con lo zucchero per 3 minuti fino ad ottenere un composto leggero e vellutato.
Per Savoiardi leggerissimi: assicurarsi che le uova siano a temperatura ambiente e non fredde! Poi, montare separatemene il tuorlo e gli albumi.
Per una pasta frolla croccante: Mettere il 10% in più di zucchero rispetto alla ricetta di base. Una volta che l’impasto è pronto, prima di stenderlo e tagliarlo, lasciarlo riposare per 45 minuti in frigorifero.
Per dei dessert al burro super fragranti: Per prima cosa impastare con la planetaria il burro con la farina finché non si ottiene un composto omogeneo. Aggiungere poi gli altri ingredienti ed impastare per meno tempo possibile fino ad ottenere una massa uniforme.
Frollino all’olio extra vergine di oliva: Tenere in frigorifero l’olio per una notte intera. Utilizzarlo quando ancora freddo.

E voi, quali trucchetti avete?