Latte di mandorla: gli incredibili effetti sul corpo che non conoscevi

È estate: gli ombrelloni sono ormai aperti, i braccioli dei bimbi sono belli gonfi e i frigoriferi dei siciliani si sono riempiti di latte di mandorla. Se è vero che una rondine non fa primavera, una mandorla fa certamente estate. Almeno nella nostra isola.

Il latte di mandorla è una bevanda immancabile nella bella stagione. Quanti di voi hanno ricordi d’infanzia legati al panetto di pasta di mandorla, morbido e profumatissimo?

Questo drink non è semplicemente una deliziosa alternativa al latte nelle colazioni – già afose-  d’estate o nelle merende di mezzo pomeriggio. È a tutti gli effetti un superfood. Diamo un’occhiata a tutte le sue proprietà:

  • NEMICO DEL COLESTEROLO
    L’elevato contenuto in acidi grassi polinsaturi della mandorla migliora i livelli di colesterolo “buono” (hdl) e abassa quelli del colesterolo “cattivo” (ldl).
    Inoltre aiuta a ridurre il rischio di malattie cardiovascolari ed è adatto a chi ha livelli di trigliceridi alti.
  • IL PIENO DI NUTRIENTI
    È ricco in antiossidanti (vit. E), vitamine e minerali.
  • LEGGERO E DIGERIBILE
    Essendo privo di Lattosio, colesterolo e proteine del latte, risulta estremamente digeribile.

  • ALLEATO DELL’INTESTINO
    Le fibre in esso contenute aiutano e stimolano la regolare funzionalità intestinale e permettono di ritardare l’assorbimento degli zuccheri semplici limitando i picchi glicemici.
  • PERFETTO DOPO IL FITNESS
    L’elevata qualità dei suoi nutrienti fa si che il latte di mandorla diventi un’ottima bevanda post-allenamento per reidratarsi ed integrare sali minerali e zuccheri.
  • COME UN PRODOTTO DI BELLEZZA
    Le vitamine presenti, su tutte la quelle del gruppo B, idratano la pelle e rinforzano unghie e capelli.

Ricordiamo che il latte di mandorla può essere talvolta utilizzato come sostituto del latte vaccino, ma facendo attenzione alla quantità. Questa bevanda infatti è ricca in zuccheri ed il suo consumo deve essere integrato all’interno di una dieta varia e bilanciata.

È il caso di brindare, no?